Stati Generali della Cultura e del Turismo – Regio Insubrica

La regione insubrica comprende i territori limitrofi di tre regioni: la Lombardia (IT), il Piemonte (IT) e il Cantone Ticino (CH).

È un’area di grande interesse economico in cui la cooperazione intraregionale e transfrontaliera è molto importante. In termini di turismo e cultura, la zona offre molte possibilità. I laghi di fama mondiale, le montagne alpine, i giardini botanici unici e le loro ville storiche, le risaie e i vigneti: è una zona dove ogni tipo di turista può trovare quello che gradisce.

 

Scoprire il territorio della regione insubrica

CANTON TICINO
Ticino Turismo: www.ticino.ch

LOMBARDIA
Explora S.p.A.: www.in-lombardia.it

PIEMONTE
VisitPiemonte: www.visitpiemonte.com
ATL della Provincia di Novara: www.turismonovara.it
Distretto Turistico dei Laghi: www.distrettolaghi.it

 

La comunità di lavoro Regio Insubrica

La Comunità di lavoro Regio Insubrica è stata costituita il 19 gennaio 1995 a Varese dal Cantone Ticino e dalle Province di Como, di Varese e del Verbano Cusio Ossola, alle quali si sono aggiunte nel 1997 le Province di Lecco e di Novara. Si tratta di un’associazione di diritto privato svizzero, conforme all’Accordo sulla cooperazione transfrontaliera “Euroregione” di Madrid del 1980 del Consiglio d’Europa. Nel dicembre del 2015 le Regioni Lombardia e Piemonte sono diventate membro a pieno titolo della Regio Insubrica. La Comunità opera attraverso l’Ufficio Presidenziale e il Comitato Direttivo e registra anche la partecipazione di Comuni, Enti pubblici e privati radicati sul territorio, avvalendosi di quattro tavoli permanenti (Territorio Ambiente Mobilità; Turismo Cultura Sport Tempo libero; Economia Lavoro Formazione; Enti Locali), a loro volta suddivisi in gruppi di lavoro tematici.

Gli scopi principali della Regio Insubrica sono la promozione del dialogo e della cooperazione transfrontaliera nella regione italo-svizzera dei tre laghi prealpini, e favorire la presa di coscienza dell’appartenenza ad un territorio che è iscritto, al di là dei confini istituzionali, nella geografia, nella storia, nella cultura e nella lingua.

 

 

Perché degli Stati Generali della Cultura e del Turismo per la Regio Insubrica?

Gli enti e le organizzazioni della Comunità di lavoro Regio Insubrica, a fronte delle sfide e delle opportunità presenti sul territorio, intendono creare un percorso partecipato realizzato tra il 2021 e il 2022, coinvolgendo gli stakeholders locali basato su una metodologia incentrata sul coinvolgimento ampio e rappresentativo di soggetti pubblici e privati, stimolando il confronto guidato e lo scambio di esperienze tra i vari protagonisti locali del settore turistico e culturale, recependo spunti, riflessioni e proposte.

L’obiettivo generale degli Stati Generali della Cultura e del Turismo è la valorizzazione del territorio transfrontaliero e della regione dei laghi in particolare nell’ambito della cultura e del turismo , delle infrastrutture e della mobilità anche in ambito internazionale.

 

Gli Stati Generali della Cultura e del Turismo si prefiggono vari obiettivi generali:

aumentare l’attrattività dell’area dei laghi alpini italo-svizzeri rafforzando una visibilità comune
stimolare il senso di appartenenza degli attori turistici e culturali dell’area e, di conseguenza, la capacità di valorizzazione congiunta dei territori lacustri alpini, al di là dei confini politico-amministrativi

A questi obiettivi generali, si aggiungono alcuni obiettivi specifici, come:

redigere un Piano condiviso tra i vari stakeholders contenente le Linee-guida che, nel breve e medio termine diventeranno la cornice di riferimento nel promuovere la Regio Insubrica intesa come destinazione di interesse turistico e culturale.