Circumnavigazione di Milano sull’acqua

Milano è circondata da un anello di bellezza. Oltre 200 km di canali navigabili che hanno permesso alla città di diventare, nei secoli, centro nevralgico di commercio, arte e cultura.

Dall’8 al 15 settembre, Simone Lunghi tenterà di effettuare, per la prima volta, un’avventura mai tentata prima, ma alla portata di tutti, e “dietro l’angolo”: la circumnavigazione completa di Milano.

In tutto saranno più di 400 km, pagaiando sulla tavola gonfiabile caricata con una bici pieghevole e l’attrezzatura da campeggio, mentre nei tratti di collegamento pedalerà trasportando la tavola sgonfia e il materiale per campeggiare.

L’evento patrocinato da Regione Lombardia, in Lombardia, Comune di Milano e Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi è stato presentato oggi in conferenza stampa a Palazzo Marino, presente l’Assessore al Turismo, marketing territoriale e moda, Lara Magoni.

Navigare tutti i Navigli darà la possibilità di far conoscere la loro storia, il loro valore e il ruolo chiave giocato nei secoli, per lo sviluppo della città: un sistema di vie d’acqua capace di raggiungere il centro Europa, la Svizzera, e Venezia, porto del mondo.

La sfida ideata da Simone e PaddlingBike? «In un periodo in cui si discute se aprire o non riaprire i Navigli in città noi diciamo: “Usiamoli!”».

Dopo la partenza dalla Darsena di Milano, Lunghi discenderà il Naviglio di Bereguardo e il Naviglio Grande che verrà poi risalito grazie a una speciale bici pieghevole fino all’imbarco sul Canale Villoresi.

Navigando sul Villoresi si arriverà all’Adda dove si pagaierà prima sul Naviglio di Paderno e poi lungo il Naviglio della Martesana fino ad approdare, a Milano, alla Cassina de Pomm.

L’utilizzo della bici permetterà di affrontare, in città, il tratto coperto dei Navigli fino alla Darsena. L’ultima tappa vedrà la navigazione lungo il Naviglio Pavese fino al Ticino di Pavia per poi ritornare a Milano.